Archivi categoria: Pizze, Focacce

FOCACCIA AL ROSMARINO E OLIVE

Finalmente oggi posto una ricettina!
Non vi aspettate chissà che.
Già qui vi avevo accennato che ero preso
Oltre che da alcuni problemi anche da uno
piccolo spettacolo teatrale
che ha visto la messa in scena sabato 31 marzo.
Che dirvi è stata un esperienza fantastica,
grazie a delle ottime registe che hanno saputo tirar fuori
da ognuna di noi i sentimenti, i movimenti,
i tono di voce, i volti,
più nascosti del nostro intimo.
Beh loro, le registe, sono delle bravissime
hanno una compagnia teatrale QUI E ORA
e attraverso un laboratorio stanno operando su noi
,comunissime mortali con lavori diversissimi
e per niente attrici, in maniera magistrale.
Ma ora passiamo alla ricetta
perfetta per il giorno di Pasqua con un
buon antipasto  a base di salumi.

DSC02286 copia.jpg
Ingredienti:
500 gr di farina 0
250/300 ml di acqua dipenda da quanta ne assorbe la farina
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale
1 bustina di lievito di birra secco
2 cucchiai di aghi di rosmarino tritato o di pesto di olive verdi
Procedimento:
ore 14
in una ciotola capiente versare la farina
e miscelarla con il lievito e lo zucchero
fare una fontana al centro e versare
i cucchiai di olio con un po dell’acqua
tiepida e cominciare a impastare.
Aggiungere il sale il rosmarino o il pesto di olive
e acqua sufficiente
ad ottenere un impasto morbido.
io di solito la utilizzo tutta.
 Lievitare per circa 90 minuti
in un posto tiepido.
Riprendere la pasta lavorala un poco
E far di nuovo lievitare per altri 90 minuti.
Riprendere la pasta stenderla
In una teglia rotonda di 30 cm di diametro
leggermente unta di olio,
senza lavorala mettere in superficie
 un filo di olio, le olive
e farla lievitare di nuovo
per altri 90 minuti.
Infornare a forno caldo modalità ventilato
a 200 gradi per 30 minuti,
o finche la superficie non è dorata
e i bordi si sono staccati dalla teglia.

DSC02281 copia.jpg
   La lavorazione è lunghetta ma è buonissima
e si conserva
Se avanza per un paio di giorno
Chiusa in un sacchetto per alimenti.
Ottima farcita con del salame!

alla prossima! Luisa

PIZZA IN BIANCO PATATE E BROCCOLI

Mamma mia quanto tempo che non posto niente!

Non ho molte scusanti a parte degli impegni

improvvisi che non mi hanno lasciato

molto tempo e la poca voglia di cucinare

che mi prende ogni tanto.

Il freddo inteso dei giorni scorsi

non mi ha di certo invogliato

 ecco quando fa troppo freddo

o troppo caldo io vado….in letargo.

Comunque questa buonissima pizza

l’ho cucinata, è un po lunga da preparare

perché io preferisco far lievitare la pasta

3 volte, trovo che così sia più leggera,

e sia più morbida all’interno rimanendo

croccante fuori.per mangiare la pizza

alle ore 19 io inizio a impastare alle 14

 

patate, borccoli, farina cucina,  pizza, lievito

Ingredienti:

per la pasta

500 gr di farina 0

250/300 ml di acqua dipenda da quanta ne assorbe la farina

2 cucchiai di olio evo

1 cucchiaino di zucchero

2 cucchiaini di sale

1 bustina di lievito di birra secco

farcia

300 gr di patate

400 gr di broccolo romano

250 gr di mozzarella

aglio, rosmarino, sale e pepe q.b.

olio evo

Procedimento:

ore 14

in una ciotola capiente versare la farina

e miscelarla con il lievito e lo zucchero

fare una fontana al centro e versare

i cucchiai di olio con un po dell’acqua

tiepida e cominciare a impastare.

Aggiungere il sale e acqua sufficiente

Ad ottenere un impasto morbido.

Io di solito la utilizzo tutta.

Fare una palla nella ciotola, e farla

Lievitare per circa 90 minuti

in un posto tiepido.

Riprendere la pasta lavorala un poco

E far di nuovo lievitare per altri 90 minuti.

Intanto pulire e tagliare a fette

 spesse circa 1 cm le patate, lessarle

in acqua calda per circa 10 minuti e

farle raffreddare.

Pulire il broccolo, farlo a cimette,

lessarle in acqua calda per circa 10 minuti

farlo raffreddare.

Riprendere la pasta stenderla

Sulla placca del forno, coperta da carta

forno leggermente unta di olio,

senza lavorala e farla lievitare di nuovo

per altri 90 minuti.

Fare un trito con aglio e rosmarino

Quindi fare uno strato di patate

miste a boccoli cospargere con il trito

di aglio e rosmarino, salare e pepare.

Mettere un  filo di olio, e coprire

con la mozzarella a fette.

Infornare a forno caldo modalità ventilato

a 220 gradi per 10 minuti quindi

a 200 gradi per 20 minuti.

 

patate, borccoli, farina cucina,  pizza, lievito

Leggera, e golosa,

un po’ lunga da preparare ma di certa

soddisfa la gola

alla prossima Luisa

BRIOCHE RUSTICA

Buona giornata!

Quanto tempo che è passato

dall’ultima ricetta postata.

Non ho scuse al riguardo,

ma posso assicurarvi

che il periodo no che vi avevo

già parlato è sempre presente,

e questo non mi aiuta a essere

serena e gioiosa.

Comunque qualcosina

ho cucinato giusto per

assecondare la gola.

Mi perciò preparata questa superbuona

brioche salata che avevo visto

un po di tempo da Imma, e che lei aveva

visto dalla Precisina dei blog.

Che vi devo dire è DIVINA

non ho parole per descrivere

la sua morbidezza che è rimasta

tale anche giorno dopo

sebbene mi sia dimenticata

di metterla in un sacchetto per alimenti,

ma mi sia limitata a coprirla

con un canovaccio.

DSC01411 copia.jpg
 

Brioche rustica

Copiata da Imma

Ingredienti:
stampo ad anello da 24 cm di diam.

(Ma io ho usato uno da 26 cm

ed è uscita alta lo stesso)
350 gr di farina 00

100 gr di gruviere a dadini

100 gr di mortadella a dadini

50 gr di burro fuso

3 uova medie (le mie erano piccole ne ho messe 4)

1 cubetto di lievito di birra fresco

1 cucchiaio di zucchero

1 pizzico di sale

burro per lo stampo

Procedimento:
Sciogliete il cubetto di lievito in mezzo bicchiere d’acqua

 tiepida ed unitevi lo zucchero e 50g di farina;

lasciate lievitare per una mezz’oretta.

Aggiungete via via gli altri ingredienti

 (formaggio e mortadella alla fine),

formando una pasta morbida. (quasi appiccicosa)

Versate l’impasto direttamente nello stampo imburrato

e infarinato e lasciate lievitare per circa 1 ora e 1/2

(dipende molto dalla temperatura, nel mio

caso in poco meno di un’ora era

già raddoppiato e pronto da infornare).

Cuocete, quindi, in forno già caldo a 160°C

per 20-25 minuti (nel mio caso,

forno elettrico ventilato a 160 gradi, per 25 minuti;

dovrà risultare bello gonfio e dorato,

magari fate anche la prova stuzzicadenti).

Sfornate, lasciate intiepidire su una gratella

(o fate raffreddare completamente) e servite.

DSC01420 copia.jpg
Sofficissma e buonissima!
Adatta a mio avviso anche
per le festicciole estive dei bambini,
o ad essere preparata per un buffet
in campagna….o ad essere portata
nei picnic….