QUANTI MODI DI FARE E RIFARE: STRACOTTO DI MANZO CON POLENTA

L’appuntamento di questo mese

de “Quanti modi di fare e rifare”, non potevo

caene,polenta,pomodoro,cannella,secondi,cucina

perderlo per un motivo supervalidissimo.

Nella ricetta è prevista la polenta e questo

blog che si chiama “stegnat de polenta”

proprio in onore a questo alimento

povero ma strabuono non può

mancare all’appello.

Non mi dilungo troppo, la ricetta non ha bisogno

di tanti fronzoli è buona anzi superbuona

e lo stracotto è un piatto che al nord

non manca sulla tavola

in qualsiasi stagione.

Faccio solo un piccolo un piccolo appunto

sulla polenta la farina utlizzata a Bergamo è

il tipo Bramata che si trova facilmente

in Lombardia e Veneto ma credo che 

in qualsiasi supermercato ben fornito

si possa trovare.

Il l’ho rifatto a modo mio per la ricetta originale

vi rimando a Daniela

caene,polenta,pomodoro,cannella,secondi,cucina

 Ingredienti:

1kg e mezzo di carne il ho usato il cappello di prete

2 cipolla

2 carote

2 coste di sedano

2 spicchi di aglio

2 foglie di alloro

mezza stecca di cannella

4 chiodi di garofono

4 bacche di ginepro

vino nero

400 di polpa pronta

olio evo sale e pepe

Per la polenta

500 gr di farina gialla tipo bramata

2 litro di acqua

sale grosso

Procedimento:

Pulire le cipolle carote e coste di sedano e farle a pezzettini.

Praticare dei tagli nella carne e inserire l’aglio a pezzetini.

Far scaldare nella padella circa 4 cucchiai di olio e far

rosolare bene la carne.

Quindi aggiungere le verdure con i chiodi di garofano,

le bacche di ginepro schiacciate, la cannella e le foglie

di alloro e far cuocere per una decina di minuti salare e pepare.

Sfumare con un bicchiere grande di vino nero e aggiungre la

polpa di pomodoro e far cuocere a fuoco moderato per circa

tre ore aggiungendo all’occorenza del brodo vegetale.

Quando è pronta taglairla a fette.

La polenta:

Portare a ebollizione due litri di acqua salata quindi aggiungere

la farina mescolando bene con una frusta per non far formare grumi.

Quando la farina ha assorbito l’acqua continuare a mescolare ti tanto

in tanto con un cucchiaio di legno e cuocerla per circa 45 minuti,

o finchè non si stacca dalla pentola.

Porzionarla nei piatti e mettere sopra le fette di carne

con il sughetto.

caene,polenta,pomodoro,cannella,secondi,cucina

E’ un  piatto gustosissimo e perfetto per scaldare il cuore della

gente polenta e stracotto per la gente di pianura e di montagna

fa subito festa e gioia di vivere.

Grazie Daniela per averlo condiviso con noi!

Appuntamento al 6 dicembre un dolce

natalizio “Panpato o panpeto di Ferrara”

del blog di “Un castello in giardino”

caene,polenta,pomodoro,cannella,secondi,cucina

Appuntamento dunque al 6 dicembre!

Grazie a tutti per le voste gradite visite!

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE: STRACOTTO DI MANZO CON POLENTAultima modifica: 2013-11-06T08:00:00+00:00da soleluna1221
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “QUANTI MODI DI FARE E RIFARE: STRACOTTO DI MANZO CON POLENTA

  1. Avevo omesso il tipo di farina e penso la la farina gialla bramata sia la migliore, grazie per averlo suggerito e per aver condiviso la mia ricetta.Daniela

  2. Hai ragione questo è un piatto da scaldare il cuore …Ottima anche la tua versione Luisa.Alla prossima!

  3. buongiorno Luisa,BRAVISSIMA E’ davvero un piatto che mette gioia e il tuodeve essere anche molto profumato.Lo rifaremo anche noi con la polenta bramata.Un bacio dalle 4 apine e al 6 dicembre

  4. Hai ragione, davvero un piatto che fa subito festa, bellissima anche la tua versione, alla prossima!!!

  5. la cannella mi ispira parecchio, ma poi ho paura ad utilizzarla in questi piatti ho sempre paura di usarne troppa… complimenti un piatto grandioso!

  6. Direi che la tua versione non ha nulla da invidiare a quella proposta da Daniela, entrambe ottime!!A presto!

  7. Direi che la tua versione non ha nulla da invidiare a quella proposta da Daniela, entrambe ottime!!A presto!

  8. la polenta bramata è la mia preferita ma questa volta ho usato il fioretto medio, buona anche quella…la tua la preferisco…un saluto

  9. Buongiorno carissima Luisagrazie per la tua splendida versione dello stracotto di Daniela. E’ sempre molto bello incontrarci in questo giorno dedicato al piacere di stare insieme, prova ne sono le stupende versioni fatte e rifatte da tutte noi.Io, Anna ed Ornella nel ringraziarti per la tua gradita partecipazione, ti invitiamo il prossimo mese a casa di JèAle per entrare nell’atmosfera natalizia con il Pampapato di Ferrara.Ti aspettiamo :)La Cuochina

Lascia un commento