Archivi tag: cedrini

STOLLEN O QUARKSTOLLEN?

Avevo già visto questo dolci

gli anni scorsi. Poi quest’anno è stato riproposto

nella raccolta quanti modi di fare e rifare

ben riproposto da Ornella e amiche.

Capite che la voglia di provare questo dolce

è salita alle stelle, ma rifare una loro ricetta

non ne avevo voglia le loro interpretazioni

prevedevamo l’uso del lievito di birra o madre

che necessitano di lunghe lievitazioni

che io in questo periodo non potevo permettermi.

Così curiosando qua e là vidi la versione

Con lievito chimico qua e adottai

subito questa versione che naturalmente

ho riinterpretato con alcune variazioni copiate

da Ornella. Ne è uscito un dolce a mio parere

buonissimo, sono conscia che non è la

ricetta originale ma a me piace e ve la voglio

proporre. Io l’ho lasciato riposare

per 2 giorni e mangiato in una settimana

e devo affermare che è rimasto morbido,

anzi più i giorni passavano più

diventava buono.

 

ricotta, cedrini, cannella, cucina, dolci,uova, farina

 

Ingredienti

500 gr farina

1 bustina di lievito chimico

175 gr zucchero
1 bustina di zucchero (omesso)
sale qb
1 fiala di essenza di mandorle
5 cucchiai rum
1 cucchiaio cardamomo in polvere

1 cucchiaino di cannella in polvere

mezzo cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
uova grandi 2
burro 180 g
ricotta magra 250 g
uva passa 250 (zibibbo) (Messa 175gr)
uva passa 125 (corinto) (omessa)
150 g mandorle tritate
100 g cedrini a pezzettini

burro fuso 100 g (usato solo 50gr)
zucchero a velo 150 g( Usato solo 80 gr + 80gr di quello semolato)
Preparazione

Ammollatela l’uvetta nel rum, dopodiché mescolate

 tutti gli ingredienti esclusi gli ultimi 2.

Fate una specie di pagnotta di forma ovale

e disponetela sulla carta da forno.

Col matterello praticate un avvallamento

per il lungo (non so perché, ma è obbligatorio).
Cuocete un’ ora a 180 gradi in forno preriscaldato.

 Sfornate e spennellate bene col burro fuso usandolo tutto,

dopodiché spolverate con zucchero semolato e con lo zucchero a velo.

 Lasciate che si raffreddi, poi avvolgete in carta

di alluminio e lasciate riposare al fresco fino a natale.

I tedeschi lo mettono sul davanzale.

ricotta, cedrini, cannella, cucina, dolci,uova, farina

Avete già capito che a Natale non c’è anzi ci arriva

proprio, già mangiato e finito.

E’ un dolce buonissimo il mix di spezie

lo rende particolare e la crosticina

in superficie è divina.

Che dirvi…provatelo  non ve ne pentirete

In rete poi ci sono diverse ricette e di certe troverete

quella che più vi soddisfa…

Alla prossima Luisa