Archivi tag: dolce

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE: LA FOCACCIA DOLCE DELLA SCIURA MARIA

Eccomi per l’appuntamento di settembre

con quanti “modi di fare e rifare”.

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina

Indecisa fino all’ultimo giorno

se partecipare o no, causa

problemi vari che mi hanno tenuto

anche lontana dai vostri blog

nonché dal mio, alla fine

ho deciso per la partecipazione

e non me ne pento la ricetta

è a dir poco favolosa.

E’ una ricetta da perder di vista

e fare e rifare tanto è buona.

Non ho fatto grandi cambiamenti

ho solo aggiunto 3 cucchiai di liquore

all’amaretto per aromatizzare

il resto come da ricetta ho solo aumentato

le dosi.

Siamo state ospitate da Vittoria del blog

blog Semplice Semplice

dove trovate la ricetta orignale.

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina

Ingredienti:

250 gr di farina tipo 0

250 gr di farina tipo 00

5 di mela royal gala a pezzettini

150 di uvetta

2 cucchiaio di olio

7 gr  di sale

1 bustina di lievito di birra

2 cucchiaino di zucchero per l’impasto

3 cucchiai di liquore all’amaretto

circa 250 gr di acqua

burro e zucchero per la copertura (circa 50 gr di burro e 2 o 3  di cucchiai di zucchero)
Procedimento:

non avendo la planetaria, ho impastato a mano.

Mischiare le fari e con il lievito e i 2 cucchiaini di zucchero,

fare una fontana e aggiunge e metà quantità di acqua,

quindi le mele a pezzettini con l’uvetta ammollata e il

liquore e impastare aggiungendo altra acqua se necessario

per ottenere un impasto morbido.

quindi far lievitare 2 ore al calduccio.

Foderare una teglia di 30 cm con carta

Forno, stendere con cura la pasta

perchè è morbidissima,

quindi cospargere la superficie con il

burro e zucchero e far lievitare di nuovo per 1 ora

Far cuocere in forno caldo a 200° per 15 minuti

e a 180° per altri 30 minuti o finché

la superficie non è bella dorata

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina

mi raccomando fatela vi conquisterà!

l’appumento per il 6 di ottobre è a casa di:

Come un fiore di rosmarino

con le Palline di semolino

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina 

sarò di nuovo latitante nei prossimi

giorni scusatemi

arrivederci Luisa

PLUMCAKE AI 3 COLORI

Eccomi sono di nuovo qua.

Devo proprio chiedervi scusa

per la mia lunga latitanza.

Ma il virus che mi era entrato

nel pc mi ha  messo a ko.

In questo periodo è finita anche

 la mia raccolta, ringrazio di cuore tutti

i partecipanti con le loro golose ricette

a presto un pdf.

Mentre la ricettina di oggi è super golosa

anche se la preparazione è stata lunga,

infatti ho impiegato più di 30 minuti

a spellare i pistacchi,

ma credetemi ne è valsa la pena

il sapore dei pistacchi uniti alle

mandorle e cacao è divino

 

dolce, mandorle, pistacchi, cacao, farina

Ingredienti:

200 gr di farina

150 gr di zucchero

200 gr di burro

6 uova

1 bustina di lievito

1 bustina di vanillina

70 gr di mandorle spellate

70 gr di pistacchi

50 gr di cacao amaro

un pizzico di sale

1 stampo dalla capacità di l 1,5

Procedimento:

far scottare in acqua in ebollizione i pistacchi,

scolarli e pelarli e frullarli con un cucchiaio di zucchero.

Frullare con un cucchiaio di zucchero anche le mandorle.

In una terrina sbattere il burro a temperatura ambiente

con lo zucchero rimasto fino ad ottenere un

composto gonfio e spumoso.

Incorporare uno alla volta le uova, quindi la

farina stacciata con il lievito e

la vanillina con il pizzico di sale.

Dividere in composto in tre parti,

incorporare ad uno le mandorle,

all’altro i pistacchi e al terzo il cacao.

Foderare lo stampo con carta forno,

versare i composto alternando i colori,

e cuocere in forno caldo a 180° per circa

50 minuti fa sempre fede la prova stecchino.

Se vi piace spolverarlo con zucchero a velo.

 

dolce, mandorle, pistacchi, cacao, farina

Eccolo nello splendore dei suoi colori:

E’ perfetto sia per la prima colazione

che per una golosa merenda!

Felice weekend Luisa

DOLCE DI PANE ALLA PIEMONTESE

Circa 2 mesi fa Vale de Mangia e bevi, ha indetto

questa bellissima raccolta “Il pane secco non si butta”.

Oltre a far riflettere sul valore morale e dello

spreco economico che buttare il pane comporta,

la raccolta offre la possibilità

di recuperare ricette ormai abbandonate in fondo al cassetto,

su questo umile alimento che fa parte della cultura umana;

ma spesso bistratto dal mondo occidentale troppo ricco.

Eppure ci sono ancora troppe persone al mondo che non

hanno la possibilità di comprare questo alimento primario.

Non voglio fare la morale a nessuno, tutti sprechiamo

e nemmeno io faccio eccezione, passo perciò

alla ricetta buonissima e che vale la pena di provare.

DSC00214 copia.jpg

Ingredienti:

150 gr di pane raffermo

80 gr di amaretti

mezzo litro di latte

50 gr di zucchero

2 uova

70 gra di uvetta sultanina

30 gr di pinoli

30 gr di cacao

30 gr di cedro candito (io non l’ho messo)

40 gr di cioccolato fondente

70 gr di burro fuso

mezza bustina di lievito

la buccia grattugiata di un limone

1 bustina di vanillina

1 bicchierino di liquore all’amaretto

per la finitura zucchero a velo

Procedimento:

Imburrare la tortiera e cospargere con pan grattato.

Ammorbidire l’uvetta in acqua tiepida.

Portare ad ebollizione il latte con la vanillina.

Tagliare a pezzetti il pane, metterlo in

una terrina, versare sopra il latte bollente

e farli ammorbidire per circa 30 minuti.

Tritare grossolanamente il cioccolato,

il cedro e sbriciolare gli amaretti.

Mescolare il pane ammorbidito

con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un

composto omogeneo; aggiungervi

Gli amaretti sbriciolati, lo zucchero, il cacao,

il cioccolato tritato, il burro fuso, il lievito

e amalgamare gli ingredienti.

Aggiungere infine uno alla volta le uova,

il liquore, l’uvetta strizzata, i pinoli,

il cedro candito e la buccia del limone.

Mescolare fino ad ottenre un composto

ben amalgamato e versarlo nello stampo

preparato.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°

per 50 munuti circa, togliere il dolce dal forno

 e lasciarlo raffreddare completamente e decorare

a piace con lo zucchero al velo.

DSC00220 copia.jpg
naturalmente con questa ricetta
partecipo alla raccolta:

 Felice weekend a tutti

i miei lettori