Archivi tag: pane

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE: LE PUCCETTE PUGLIESI

Seguo da un po’ di tempo questo
Appuntamento mensile ideato da
Ornella e da Anna.
Dopo un tanti tentennamenti finalmente
ho deciso di prender parte anch’io a questa iniziativa
dal nome “Quanti modi di fare e rifare”

farina, patate, pane, cucina, lievito
L’idea di vedere la stessa ricetta realizzata
da più persone è qualcosa di stupefacente
per me; ogni partecipante aggiunge
sempre qualcosa di nuovo creando
sempre piatti unici seppur con gli
stessi ingredienti.
La ricetta scelta per questo mese è:
le puccette pugliesi di Vale.
Un tipo di pane straordinario sia
nei sapori che nella morbidezza.
Non avendo problemi di intolleranza
ho fatto la ricetta glutinosa
seguendo la sua ricetta
e profumandole metà al rosmarino
che si sposa molto bene con le patate
che fanno parte degli ingredienti.

farina, patate, pane, cucina, lievito

La ricetta di Vale la trovate qui

Ingredienti:
 500gr di farina 0
1 bustina di lievito secco
250 gr di patate
5 g. sale
 280/300 gr di acqua cmq quanta ne serve
1 cucchiaio e12 olio evo
1 cucchiaino zucchero
1 manciata di rosmarino tritato.
Procedimento:
Mettere il ldb in un bicchiere, aggiungere un pochino di acqua ed
1 cucchiaino di zucchero, mescolare e lasciar riposare
fin quando non forma una “schiumetta” in superficie
In una ciotola versare la farina, fare una fontana al centro
mettere le patate schiacciate, l’olio ed infine il lievito
e impastare aggiungendo l’acqua necessaria
per ottenere un impasto morbido aggiungendo
a metà impasto anche il sale.
Quando avete ottenuto l’impasto morbido e liscio
lasciarlo lievitare fino al raddoppio,
in una ciotola unta di olio e in
posto tiepido.
Quando è raddoppiato dividerlo a metà,
ad una metà aggiungere il rosmarino
impastandolo leggermente per farlo
incorporalo e procedere
poi alla formazione di palline
dalla dimensione che più vi piace.
Con l’altra metà dell’impasto fare
sempre delle palline dalla dimensione
che riterrete opportuno.
Metterle sulla placca da forno coperta
con carta forno e lasciare
di nuovo lievitare per 45 minuti.
Quindi infornare a 210° forno ventilato
per circa 30 minuti o finché non sono dorate.

farina, patate, pane, cucina, lievito

Con queste dosi mi sono venute 10 puccette
5 come da ricetta e 5 profumate al rosmarino.
Son talmente buone che sono andate a ruba.

Mese prossimo saremo da “Pane burro e alici”
per la ricetta
MINI CIAMBELLINE DEMODE CON GIULEBBE
 

farina,patate,pane,cucina,lievito

GNOCCHI DI PANE

Questa è una ricetta di famiglia.

La faceva mia nonna

per non buttare il pane raffermo

e la fa mia mamma che la

imparò proprio da lei.

E’ nata dalla

necessità di recuperare

il pane, ma credo che

siano anche gli gnocchi

che più piacevano a mia nonna.

Ed in realtà la mamma ricorda

che erano gli unici gnocchi

che la nonna cucinava.

Sono morbidissimi e

facili da realizzare

basta mettere in ammollo

il pane raffermo la sera prima,

fare una polenta

ed il gioco è fatto

ops gli gnocchi son fatti.

La ricetta non ha dosi precise

ma non vi preoccupate e facile.

DSC00397 copia.jpg

Ingredienti:

Pane raffermo di solito 500 grammi

Farina 0 quanta ne serve

Procedimento:

Mettere in ammollo la sera prima

il pane fatto a pezzi nel paiolo

che userete l’indomani

 a fare la polenta.

Il pane deve essere coperto

di acqua.

Il mattino dopo mettere sul fuoco

il paiolo e portare ad ebollizione

mescolando in modo che il pane si disfi.

Quindi aggiungere la farina bianca,

quanta ne prende per fare una polenta

morbida.

Quando la polenta raggiunge

la consistenza

desiderata cuocerla ancora

per 5 minuti e versarla

su un tagliere o su un piatto.

Dividerla in pezzetti per farla raffreddare

un poco. Formare dei bastoncini

dello spessore di circa 1,5 cm,

impastandoli con un po’ di farina

arrotolandoli sopra la spianatoia,

quindi  tagliarli a tronchetti di circa 2 cm,

farli riposare

sulla spianatoia infarinata

Per il condimento far soffriggere la cipolla

 tagliata finemente con dell’olio,

 aggiungere i pomodori sbucciati e tagliati a pezzettoni,

far cuocere per circa 30 minuti

 regolare di sale e pepe e aggiungere il basilico tagliuzzato.

Tuffare i gnocchi in abbondante

acqua salata in ebollizione,

appena vengono a galla

scolarli e condirli con la salsa di pomodoro

e abbondante formaggio grattuggiato.

 

DSC00398 copia.jpg
Naturalmente sono buonissimi anche con sughi
diversi…..io consiglio di farne uno con la salsiccia
sono favolosi…..buona settimana a tutti

PANINI CON POMODORI SECCHI E TIMO con lm

Ricettina gustosissima e ancora una volta

la mia musa ispiratrice è stata Antonella.

Lei l’ha realizzata con il lievito di birra…

Io invece ho utilizzato il lievito madre.

Ho adattato la ricetta di questi panini

sempre copiati da lei…. ho aggiungo

solo i pomodori secchi agli ingredienti,

per il resto ho lasciato la ricetta invariata.

Il risultato è stato a dir poco

strepitoso, buonissimi con un lieve

sentore di pizza e ancor più morbidi.

Ecco la ricetta seguitela passo passo

E non ve ne pentirete…

DSC00514 copia.jpg

Ingredienti:

li ho fatti a mano

100 gr. pasta madre rinfrescata dal giorno prima
500 farina 0
260 gr.circa di acqua
50 gr. olio
10 gr. sale

1 cucchiaino di timo essiccato

9 filetti di pomodori secchi tritati

Procedimento:

Fare una fontana con la farina e mettere nel centro un po’ di acqua,

scioglierci la pasta madre strizzandola bene tra le dita e amalgamare

man mano tutta la farina, aggiungendo l’acqua necessaria,

 unire il sale, l’olio il timo, i pomodori e lavorare finché avremo ottenuto

un impasto liscio ed elastico circa 10 minuti.

Mettere a lievitare in una ciotola coperta.

 Dopo circa 6 ore, sgonfiare l’impasto e ricavare i panini

(8 in totale a me sono venuti 9)

dando una forma ovale, depositare in teglia ricoperta di carta forno,

ben distanziati tra loro e far lievitare per altre tre ore.

Accendere il forno a 180° in modalità ventilato,

spennellare i panini con un’emulsione preparata con 150 ml. acqua e 1 cucchiaio di olio.

Infornare e cuocere per 30/40 minuti.
sfornare e far freddare su una gratella.

 

DSC00517 copia.jpg
Naturalmente come vedete li ho mangiati con
il mio amato salame bergamasco,
credetemi sono morbissimi, saporiti e gustosi
piaceranno anche ai palati più esigenti

auguro a tutti un felice weekend ….