Archivi tag: ricotta

QUICHE DI SPINACI RICOTTA MENTA E PEPERONCINO

Buon pomeriggio!

Una ricetta oggi che di nuovo

non possiede nulla, anzi forse

è già stata pubblicata e ripubblicata

mille volte da altri blog.

E’ risaputo che le quiche

sono quasi tutte uguali e l’unico

pregio che hanno è quello di svuotare il frigorifero

quando è zeppo di avanzi.

Ma in questa combinazione di sapori

voglio sottolineare la combinazione

menta peperoncino,

che io trovo divina e che consiglio

a chi non ama molto il peperoncino.

Al primo morso si sente

il pizzicore di peperoncino ma viene subito

spento della frescura delle menta,

pertanto niente bruciore ma solo

frescura in bocca.

 

spinaci, ricotta, menta, peperoncino, cucina

 

Ingredienti:

1 rotolo di pasta brisè

200 gr di spinaci novelli

4 scalogni o 1 cipolla piccola

300 gr di ricotta

60 gr di grana grattuggiato

10 foglie di menta

½ cucchiaino di peperoncino

3 uova

sale e pepe q.b.

olio evo

Procedimento:

Pulire le spinaci e farle saltare

Con la cipolla e 2 cucchiai di olio per 10’.

In una ciotola amalgamare la ricotta con le uova

e il formaggio grana, quindi unire le spinaci fredde.

Unire le foglie di menta tagliuzzate e il peperoncino

regolate di sale e pepe se necessario.

Rivestire di pasta brisè la teglia coperta con carta forno,

versare il contenuto della ciotola e infornare

nel forno caldo a 200° per 40 minuti

o finché è cotta.

Servire calda o tiepida,

ricordate che se è calda .

 

spinaci, ricotta, menta, peperoncino, cucina

 

Banalissima ma super buona

per chi piace i sapori decisi

della menta e peperoncino.

A presto Luisa

STOLLEN O QUARKSTOLLEN?

Avevo già visto questo dolci

gli anni scorsi. Poi quest’anno è stato riproposto

nella raccolta quanti modi di fare e rifare

ben riproposto da Ornella e amiche.

Capite che la voglia di provare questo dolce

è salita alle stelle, ma rifare una loro ricetta

non ne avevo voglia le loro interpretazioni

prevedevamo l’uso del lievito di birra o madre

che necessitano di lunghe lievitazioni

che io in questo periodo non potevo permettermi.

Così curiosando qua e là vidi la versione

Con lievito chimico qua e adottai

subito questa versione che naturalmente

ho riinterpretato con alcune variazioni copiate

da Ornella. Ne è uscito un dolce a mio parere

buonissimo, sono conscia che non è la

ricetta originale ma a me piace e ve la voglio

proporre. Io l’ho lasciato riposare

per 2 giorni e mangiato in una settimana

e devo affermare che è rimasto morbido,

anzi più i giorni passavano più

diventava buono.

 

ricotta, cedrini, cannella, cucina, dolci,uova, farina

 

Ingredienti

500 gr farina

1 bustina di lievito chimico

175 gr zucchero
1 bustina di zucchero (omesso)
sale qb
1 fiala di essenza di mandorle
5 cucchiai rum
1 cucchiaio cardamomo in polvere

1 cucchiaino di cannella in polvere

mezzo cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
uova grandi 2
burro 180 g
ricotta magra 250 g
uva passa 250 (zibibbo) (Messa 175gr)
uva passa 125 (corinto) (omessa)
150 g mandorle tritate
100 g cedrini a pezzettini

burro fuso 100 g (usato solo 50gr)
zucchero a velo 150 g( Usato solo 80 gr + 80gr di quello semolato)
Preparazione

Ammollatela l’uvetta nel rum, dopodiché mescolate

 tutti gli ingredienti esclusi gli ultimi 2.

Fate una specie di pagnotta di forma ovale

e disponetela sulla carta da forno.

Col matterello praticate un avvallamento

per il lungo (non so perché, ma è obbligatorio).
Cuocete un’ ora a 180 gradi in forno preriscaldato.

 Sfornate e spennellate bene col burro fuso usandolo tutto,

dopodiché spolverate con zucchero semolato e con lo zucchero a velo.

 Lasciate che si raffreddi, poi avvolgete in carta

di alluminio e lasciate riposare al fresco fino a natale.

I tedeschi lo mettono sul davanzale.

ricotta, cedrini, cannella, cucina, dolci,uova, farina

Avete già capito che a Natale non c’è anzi ci arriva

proprio, già mangiato e finito.

E’ un dolce buonissimo il mix di spezie

lo rende particolare e la crosticina

in superficie è divina.

Che dirvi…provatelo  non ve ne pentirete

In rete poi ci sono diverse ricette e di certe troverete

quella che più vi soddisfa…

Alla prossima Luisa

COPPETTE DI CREMA PASTICCIERA CON RICOTTA E GOCCE DI CIOCCOLATO

Nome lunghissimo per una ricetta

delicata fresca ed estiva.

E’ un dolcetto adatto a fine pasto,

come per un buffet in piedi,

Si serve comodamente in coppa

e deve essere preparato il giorno prima

per essere gustato nel pieno

dei sapori.

In questi giorni sono stata latitante,

ma sono stata impegnata

a preparare con altre persone

una mostra

sulla donna per i 150°

dell’Unità d’Italia

dal titolo importante

come lo sono state le donne che hanno

lavorato per la nostra bella Italia

“dall’Unità d’Italia

all’Italia Unita

Cuore di Donne”

Ora che la mostra è conclusa

dobbiamo impaginare tutto

Il materiale raccolto per farne un libretto.DSC01341 copia.jpg

Ingredienti:

400 gr di latte caldo

120 gr di zucchero

35 gr di farina io ho usato la maizena

4 tuorli

150 gr di ricotta freschissima

50 gr di zucchero a velo

45 gr di gocce di cioccolato, ma se vi piace anche canditi

1 bustina di vanillina

Procedimento:

in una ciotola sbattete i tuorli

con lo zucchero, setacciate la farina, mescolate

e diluite con il latte caldo, versandolo

a filo. Trasferite in una casseruola

e ponetela su fuoco moderato.

Mescolate senza interruzione

finché la crema si sia addensata.

Aromatizzate con la vanillina

e toglietela dal fuoco.

Ogni tanto mescolate

 per evitare la formazione

della pellicola in superficie.

A parte sbattete la ricotta

con lo zucchero a velo,

versare le gocce di cioccolato

e incorporatela alla crema fredda.

Porzionate nelle coppe decorate

Con delle gocce di cioccolato

e mettere in frigo.

 

DSC01346 copia.jpg

E’ buonissima, sembra un gelato,

ma la prossima volta

evito di mettere la vanillina

perché unita alla ricotta

non mi piace…

 

A presto!