Archivi tag: rosmarino

FOCACCIA AL ROSMARINO E OLIVE

Finalmente oggi posto una ricettina!
Non vi aspettate chissà che.
Già qui vi avevo accennato che ero preso
Oltre che da alcuni problemi anche da uno
piccolo spettacolo teatrale
che ha visto la messa in scena sabato 31 marzo.
Che dirvi è stata un esperienza fantastica,
grazie a delle ottime registe che hanno saputo tirar fuori
da ognuna di noi i sentimenti, i movimenti,
i tono di voce, i volti,
più nascosti del nostro intimo.
Beh loro, le registe, sono delle bravissime
hanno una compagnia teatrale QUI E ORA
e attraverso un laboratorio stanno operando su noi
,comunissime mortali con lavori diversissimi
e per niente attrici, in maniera magistrale.
Ma ora passiamo alla ricetta
perfetta per il giorno di Pasqua con un
buon antipasto  a base di salumi.

DSC02286 copia.jpg
Ingredienti:
500 gr di farina 0
250/300 ml di acqua dipenda da quanta ne assorbe la farina
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di sale
1 bustina di lievito di birra secco
2 cucchiai di aghi di rosmarino tritato o di pesto di olive verdi
Procedimento:
ore 14
in una ciotola capiente versare la farina
e miscelarla con il lievito e lo zucchero
fare una fontana al centro e versare
i cucchiai di olio con un po dell’acqua
tiepida e cominciare a impastare.
Aggiungere il sale il rosmarino o il pesto di olive
e acqua sufficiente
ad ottenere un impasto morbido.
io di solito la utilizzo tutta.
 Lievitare per circa 90 minuti
in un posto tiepido.
Riprendere la pasta lavorala un poco
E far di nuovo lievitare per altri 90 minuti.
Riprendere la pasta stenderla
In una teglia rotonda di 30 cm di diametro
leggermente unta di olio,
senza lavorala mettere in superficie
 un filo di olio, le olive
e farla lievitare di nuovo
per altri 90 minuti.
Infornare a forno caldo modalità ventilato
a 200 gradi per 30 minuti,
o finche la superficie non è dorata
e i bordi si sono staccati dalla teglia.

DSC02281 copia.jpg
   La lavorazione è lunghetta ma è buonissima
e si conserva
Se avanza per un paio di giorno
Chiusa in un sacchetto per alimenti.
Ottima farcita con del salame!

alla prossima! Luisa

SPAGHETTONI AROMATICI CON SALSICCIA E PATATE

Eccomi qua con al seconda ricetta

di pasta Benedetto Cavalieri, per partecipare al contest

di Atmosfera Italiana

Oggi spaghettoni, belli grossi  come piacciono a me.

La ricetta invece è semplice ma ottima.

Si tratta di condire la pasta con delle patate

e salsiccia ma la nota che la rende unica

è il retro gusto di semi di finocchio usati durante

la cottura della pasta.

In questo modo la pasta e le patate acquistano

il sapore del finocchio delicatamente

dando un sapore unico al piatto.

 

pasta, salsiccia, patate, rosmarino,

Ingredienti:

500 gr di pasta tipo spaghettoni

400 gr di patate

350 gr di salsiccia io ho usato quella di pollo

ma va bene anche quella di maiale

1 cucchiaio abbondante di semi di finocchio

8 cucchiai di olio evo

rosmarino, sale e pepe, q.b.

Procedimento:

Pulire le patate e tagliarle a tocchetti.

Lavare e tritare il rosmarino

Privare la salsiccia della pelle

sbriciolarla e rosolarla bene

in una padella larga con l’olio.

Portare ad ebollizione abbondate acqua

 leggermente salata, unire il cucchiai

di semi di finocchio le patate e la pasta

portare a cottura al dente.

Scolarla e saltarla nella padella con

la salsiccia insaporire con abbondante pepe

e unire il rosmarino.

Servire ben calda .

 

pasta, salsiccia, patate, rosmarino,

Un piatto semplicissimo ma unico nei sapori!

naturalmente anche questa ricetta

partecipa al contest

pasta solo pasta

di Atmosfera Italiana

 

pasta, salsiccia, patate, rosmarino,

alla prossima ricetta e…..grazie mille per le vostre visita 

ROAST BEEF AROMATICO AL MARSALA

Buon pomeriggio!

State tutti bene?

Io sto bene e mi sto godendo

le ultime bellissime giornate estive

che il tempo ci sta offrendo.

Per la verità sono impaziente

che arrivi l’autunno, la stagione che adoro,

per i suoi sapori decisi e i suoi bellissimi colori.

E poi l’ autunno stimola la mia voglia di cucinare,

infatti è in autunno e durante l’inverno

mi dedico con entusiasmo alla cucina.

La ricetta di oggi è una mia personale

interpretazione a questo piatto

di carne, ed è collaudata

è frutto di varie prove e riprove

per trovare la giusta dose

di aromi ma soprattutto la cottura,

infatti basta tardare di un minuto

a spegnere il fuoco, o addirittura

di dimenticare di togliere la carne dalla

padella che inesorabilmente

non è più un roast beef.

Ma diventa un arrosto.

DSC01873 copia.jpg

Ingredienti

1 kg di carne di vitellone magro adatto a

questo tipo di cottura io uso del magatello

1 bicchiere di marsala

una manciata abbondate di salvia

una manciata abbondante di rosmarino

una manciata abbondante di timo

1 spicchio di aglio

sale e pepe q.b.

olio evo

spago da cucina per legare la carne

Procedimento:

Lavare le erbe aromatiche e tritarle finemente.

Legare la carne come se fosse un salame con lo spago

da cucina o fatela legare dal vostro macellaio,

ma fatelo è molto importante altrimenti la carne perde

la forme ed è impossibile avere delle fette regolari.

Massaggiare la carne con del sale e pepe, ma non esagerate

Il sapore lo daranno gli aromi.

Quindi coprire la carne con gli aromi facendoli

aderire per bene su ogni parte di essa.

Scaldare un una padella dell’olio con lo

spicchio di aglio,  quando l’olio è bello caldo

mettere la carne facendo attenzione di farla

colorire da ogni lato aiutandovi pure con le mani.

Quando è rosolata da ogni lato sfumare con il marsala

quindi coprire la pentola con il coperchio

far cuocere per circa 20 minuti

girando spesso la carne.

Quindi punzecchiare la carne con uno spiedino,

se la carne rilascia un liquido rosato è pronta

toglierla dalla padella e farla raffreddare

e tagliare sottile o con la affettatrice.

Servire con del limone o

con sughetto di cottura tiepido.

 

DSC01875 copia.jpg

La carne di questa pezzatura

deve cuocere in tutto 40 minuti.

E’ molto più facile da tagliare se

cucinata il giorno prima.

Con questo sistema cucino anche

la lonza di maiale ma per lo stesso peso

deve cuocere circa 45 minuti,

va sempre punta con li spiedino

ma il liquido che esce deve essere

bianco ma la carne  deve essere morbida.

Perciò è importantissimo controllare

costantemente  la cottura.

 

Ringrazio di cuore tutte le persone

che sostano a questa umile mensa

ricordo che c’è ancora tempo

per la raccolta che aspetta le vostre golose

ricette e felice weekend a tutti