ANGELICA SALATA

Sono di nuovo alle prese con una ricetta con lievitata.

Mi sta prendendo questa mania di creare con il lievito,

il motivo è presto detto, ultimamente non mi va più

di mangiare la solita diciamo minestra?….Verissimo,

ma è anche vero che adoro impastare con il lievito,

quando preparo l’impasto per me è un esperienza unica

sentire i vari ingredienti che si amalgano tra di loro,

pensare che dentro quell’impasto c’è una ricetta che stai plasmando

che quei ingredienti di daranno quei particolari sapori, quelle

particolari forme che hai in mente ma che sicuramente

saranno diverse perchè il lievito è vivo e alla fine

farà come desidera lui…..insomma lavorare con il  lievito

è sempre una sfida a cui non voglio rinunciare.

E poi vuoi mettere la gioia di sentire la forza dell’impasto

quando la pasta è pronta per il riposo?

Non avendo ricette particolari proprie, con il lievito

copio sempre e questa volta sono andata a casa

di Antonella..da lei troverete la ricetta originale e le fasi fotografiche

DSC00104 copia.jpg
Ingredienti:
Lievitino
135 gr di farina 0
75 gr di acqua
13 gr di lievito di birra
amalgamare tutti gli ingredienti e lasciare lievitare per 30 minuti
Impasto:
200 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
5 cucchiai di grano gratuggiato
120 gr di latte
1 uovo e mezzo ( per divider l’uovo sbatterlo e prenderne metà, conservare il resto)
80 gr di olio evo
1 cucchiaino di sale
Ripieno:
200 gr prosciutto cotto a dadini
200 gr di mortadella a dadini
100 gr di scamorza affumicata a dadini
olive nere snocciolate
Procedimento:
In una ciotola, mettere la fiarina, fare una fontana
ed inserire al centro il latte appena tiepido, le uova,
il formaggio e il sale; amalgamare con un po di farina, unire l’olio
e finire l’impasto battendo finchè si staccherà dalle pareti della ciotola.
Rovesciare sul piano di lavoro, unire il lievitino e battere finchè i due
impasti saranno ben amalgamati. Ungere la ciotola rimettere
dentro l’impasto, coprire e far lievitare fino al raddoppio
circa un ora, io l’ho messo nel forno al riparo delle correnti d’aria.
Rimettare sul piano di lavoro, stendere l’impasto formando un rettangolo
di 2/3 mm di spessore (fare questa operazione già si carta forno
per facilitare gli spostamenti futuri senza romperla) mettere la farcitura
e arrotolare dalla parte più lunga.
Tagliare il rotolo ottenuto a metà per il lungo
con un coltello lungo e affilato.
Separare delicatamente i due pezzi e girarli tenendo
il lato tagliato verso di voi.
Intrecciarli delicatamente, mantenendo il più
possibile la parte aperta verso l’esterno e chiudere a ciambella.
Trasferire sulla teglia da forno (tirando la carta) e far lievitare
di nuovo per 30/40 minuti coperta a campana deve raddoppiare.
Spennelarla con l’uovo avanzato aggiungendo un goccio di latte.
Infornare a forno caldo 180° per circa 40 minuti..o finchè è bella dorata.
Prima della seconda lievitatura:
DSC00099 copia.jpg
un altro scatto: vista dall’alto
DSC00102 copia.jpg
Buonissima e a mio parere bellissima!

ANGELICA SALATAultima modifica: 2009-11-13T09:19:00+01:00da soleluna1221
Reposta per primo quest’articolo

13 pensieri su “ANGELICA SALATA

  1. Sabrina&Luca

    Hai ragione, lavorare con i lieviti è sempre una sfida, quindi capiamo benissimo quello che vuoi dire! La tua angelica ha un aspetto molto molto molto invitante, una meraviglia e ci piace il crescendo di sapori che hai mescolato! Altrochè solita minestra!
    Baciotti e buon fine settimana
    sabrina&Luca

  2. Elena

    Ti è riuscita che è una meraviglia…spero presto di trovare anche io il coraggio di farla…te la copio sicuramente perchè adoro le olive nere…baci

  3. Tittina

    é bellissima davvero!!!io non ho mai provato a farla perchè non so attorcigliarla, non mi viene….questa tua è perfetta, bravissima Luisa!!!oggi se hai tempo tu, io ci sono..un bacione Tittina

Lascia un commento