Archivi tag: cucina tipica

TORTA CAPRESE

 

Sto copiando alla grande in questo periodo.

Mi manca la voglia di sfogliare e vari ricettari

sparsi ovunque, perciò

girovago tra i blog alla ricerca di ispirazione

o semplicemente di qualcosa di buono

da mangiare.

Lungo il mio girovagare ho notato che impazza

La torta caprese di Lydia, ultimamente

Vista qui e qui.

Da sempre mi affascinava questo dolce,

nel mio immaginario una torta senza farina

è impossibile da farsi; così pure una torta

con il nome di caprese che collegavo

sempre a mozzarella e pomodoro.

Ma è giunto il momento di scrollarmi

di dosso certi dubbi e per scrollarli non c’è

altro sistema di fare sto dolce ed eccolo qua

nella sua infinità bontà.
DSC00506 copia.jpg

Torta Caprese

di Lydia 

Ingredienti  per un ruoto di diametro. 24cm
200 gr zucchero
200 gr cioccolata fondente
200 gr mandorle con la pelle
200 gr burro
5 uova
2 fialette di essenza di mandorle
1 bustina vanillina
Procedimento

Tritare molto bene le mandorle con lo zucchero,

sciogliere il cioccolato con il burro, sbattere i tuorli.

 Mescolare tutti gli ingredienti e aggiungere alla fine

gli albumi montati a neve.

Infornare in forno già caldo per 10 min a 200 gradi

e per 40 min a 170 gradi.

DSC00513 copia.jpg
Beh i miei dubbi sono stati fugati
la torta è superlativa un cuore
morbidissimo coperto da una crosticina
croccante…..i dubbi sono spariti…..
 la gola ringrazia!

BACCALA’ ALLA PROVENZALE

Una ricetta di pesce gustosa,

trovata sempre nei libri di cucina della mamma

perciò un pò vecchiotta, ma molto buona.

Durante la quaresima questi libri mi diventano

utili per cucinare il pesce, e sopratutto

un pesce che da noi va per la maggiore il classico

baccalà salato che si trova da pertutto.

Io lo compro ancora salato e procedo alla dissaltura

in casa, vuoi perchè a volte te lo vendono salato e te lo spacciano

per pronto e perchè è anche comodo tenere la quantità che ti serve in frigo.

Comincio a prepararlo il mercoledì mattino, lo lavo dal sale,

lo taglio a pezzi regolari e lo metto in una ciotola piena d’acqua

con l’acqua che scende a filo in modo di dissalarlo per bene.

Venerdì mattino è pronto per essere cucinato.

DSC00294 copia.jpg
Ingredienti:
1 kg di baccalà ammollato
mezza scatola di polpa pronta
150 gr di olive nere  al forno
1 foglia di alloro
1 rametto di timo
farina q.b.
olio evo
1 spicchio di aglio
sale e pepe q.b.
Procedimento:
In una capace padella far imbiondire l’aglio nell’olio evo,
quanto è biondo eliminare l’aglio, aggiungere la polpa pronta
la foglia di alloro, il rametto di timo
e cuocere per circa 10 minuti a fuoco normale.
Intanto infarinare i pezzi di baccalà.
Passati i dieci minuti aggiungerli al sughetto di pomodoro
e cuocere per altri 15 minuti.
Cinque minuti prima di spegnere aggiungere le olive e se serve
regolare di sale e pepe.
Come vedete è un piatto semplice facile e veloce
ma gostosissimo!

STUFATO ALL’AUSTRIACA

Un piatto delizioso ricco di sapore,

ma non chiedetemi perchè si chiama così,

chissà se la bella Sissi lo mangiava…

ma dubito era troppo attenta a non ingrassare.

L’ho letto in una vecchia (si fa per dire) enciclopedia

di cucina della mamma dal titolo “La cucina italiana”

degli anni settanta.

DSC00236 copia.jpg
Ingredienti:
800 gr di carne per stufato (bella mista per intenderci)
1 cipolla
2 carote piccole
1 finocchio
3 patate medie
1 gambo di sedano
1 bicchiere di brandy
abbondante prezzemolo
sale e pepe
1 noce di burro
olio evo
Procedimento:
Lavare il prezzemolo e tritarlo.
Lavare le verdure e tagliarle a pezzettini.
Pagliare a dadi la carne e rosolarla in una capace padella con la noce
di burro e l’olio, quando è ben rosolata toglierla dalla padella.
Aggiungere le verdure ,cipolla, carote, sedano,
finocchio e farle appassire.
Mettere di nuovo la carne nella padella salare,
pepare  e far insapore alcuni minuti.
Aggiungere il brandy incoperchiare e
far cuocere a fuoco lento per circa 2 ore;
quando il brandy è evaporato
continuare la cottura aggiungendo del brodo caldo.
Circa mezzo’ora prima di cottura aggiungere  le patate fatte a tocchetti.
A cottura ultimanta spolverare con abbondante prezzemolo tritato.
DSC00238 copia.jpg
E’ un piatto buonissimo…devo confessarvi che ho gustato molto
l’intigolo…dal sapore particolare e delicato
naturalmente con la polenta…