Archivi tag: focaccia

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE: LA FOCACCIA DOLCE DELLA SCIURA MARIA

Eccomi per l’appuntamento di settembre

con quanti “modi di fare e rifare”.

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina

Indecisa fino all’ultimo giorno

se partecipare o no, causa

problemi vari che mi hanno tenuto

anche lontana dai vostri blog

nonché dal mio, alla fine

ho deciso per la partecipazione

e non me ne pento la ricetta

è a dir poco favolosa.

E’ una ricetta da perder di vista

e fare e rifare tanto è buona.

Non ho fatto grandi cambiamenti

ho solo aggiunto 3 cucchiai di liquore

all’amaretto per aromatizzare

il resto come da ricetta ho solo aumentato

le dosi.

Siamo state ospitate da Vittoria del blog

blog Semplice Semplice

dove trovate la ricetta orignale.

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina

Ingredienti:

250 gr di farina tipo 0

250 gr di farina tipo 00

5 di mela royal gala a pezzettini

150 di uvetta

2 cucchiaio di olio

7 gr  di sale

1 bustina di lievito di birra

2 cucchiaino di zucchero per l’impasto

3 cucchiai di liquore all’amaretto

circa 250 gr di acqua

burro e zucchero per la copertura (circa 50 gr di burro e 2 o 3  di cucchiai di zucchero)
Procedimento:

non avendo la planetaria, ho impastato a mano.

Mischiare le fari e con il lievito e i 2 cucchiaini di zucchero,

fare una fontana e aggiunge e metà quantità di acqua,

quindi le mele a pezzettini con l’uvetta ammollata e il

liquore e impastare aggiungendo altra acqua se necessario

per ottenere un impasto morbido.

quindi far lievitare 2 ore al calduccio.

Foderare una teglia di 30 cm con carta

Forno, stendere con cura la pasta

perchè è morbidissima,

quindi cospargere la superficie con il

burro e zucchero e far lievitare di nuovo per 1 ora

Far cuocere in forno caldo a 200° per 15 minuti

e a 180° per altri 30 minuti o finché

la superficie non è bella dorata

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina

mi raccomando fatela vi conquisterà!

l’appumento per il 6 di ottobre è a casa di:

Come un fiore di rosmarino

con le Palline di semolino

uvetta,mela,focaccia,dolce,cucina,farina 

sarò di nuovo latitante nei prossimi

giorni scusatemi

arrivederci Luisa

FOCACCIA FARCITA

Buonissima questa focaccia farcita.

E’ la focaccia più buona che

abbia mai cucinato e mangiato.

Fatta con una morbidissima

pasta di pane arricchita con formaggio,

capperi, olive e prosciutto cotto;

e, se poi la fate a cubetti può costituire

benissimo uno stuzzichino

per l’aperitivo.

Io la faccio spesso la domenica

sera o quando devo preparare

qualcosa di stuzzichevole

da mangiare in compagnia

di amici ed è sempre la prima a finire. 

DSC01059 copia.jpg

Ingredienti:

500 gr di farina va bene anche la 00

300-320 gr d’acqua dipende dalla farina io di solito uso 320gr

80 gr di olio

25 gr di lievito di birra

12 gr di sale 1 cucchiaino da caffè

150 gr di olive verdi snocciolate

150 gr di prosciutto cotto o altro salume a dadini

150 gr di pecorino sardo a dadini, ma va bene qualsiasi altro formaggio

2 cucchiai di capperi piccoli.

Procedimento:

sulla spianatoia fare una fontana con

la farina e mettere al centro il lievito

sbriciolato e farlo sciogliere

con un po’ di acqua, incorporare

un poco di farina, aggiungere il sale,

60 gr di olio e impastare bene.

La pasta deve risultare abbastanza morbida,

metterla in una ciotola spennellata ’olio,

coprirla e farla lievitare in luogo caldo

per 45 minuti o finché non è raddoppiata.

In ciotola mescolare le olive tritate, con

Il formaggio a dadini, i capperi e

il prosciutto a dadini con 2 cucchiai di olio.

Quando è lievitata rovesciare la pasta sul

Tavolo, stenderla in un rettangolo ci circa 40×30

e distribuire sopra la farcitura.

Ripiegare la pasta in 3 e premerla

Un poco con le mani, metterla sopra

Una teglia coperta con carta forno,

ungere la focaccia con l’olio rimasto

e cospargerla con un pizzico di sale.

Farla lievitare di nuovo per 40/50 minuti

Finché non avrà quasi raddoppiato

il suo volume cuocere in forno caldo a 200°

per 30/40 minuti finché è bella dorata.

DSC01056 copia.jpg
Perfetta in ogni occasione!
E….. se avanza, il giorno dopo
è ancora più buona e soffice.