Archivi tag: limone

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE: MINI CIAMBELLINE DEMODE CON GIULEBBE

Eccomi per il mio personalissimo

secondo appuntamento con

la cucina dei “Quanti modi di fare e rifare”.

uova,farina,limone,zucchero,dolci,cucina 

Per la ricetta di oggi siamo stati ospitati

nella cucina di Emanuela del blog

Pane, burro e alici”.

Queste particolari ciambelline

sono dei dolcetti tipici

che una volta venivano serviti

nel buffet familiari delle cerimonie.

Ho seguito la sua ricetta per filo e per segno

realizzandola con dosi inferiori

e con una piccola modifica dettata

dalla necessità non avendo in casa

uova di dimensioni normali.

La ricetta di Emanuela la trovate qui

 

uova, farina, limone, zucchero, dolci, cucina

Ingredienti:

Per l’impasto
2 uova grandi + un poco di acqua q.b.
30 gr di burro
300 gr di farina 00
 

Per il giulebbe
200gr di acqua
200 gr di zucchero
la buccia di 3 limoni grattugiata
 

Procedimento:
Su di una spianatoia impastiamo molto bene

tutti gli ingredienti indicati.

Ricaviamo dei filoncini come

se dovessimo fare gli gnocchi

e diamo forma alle ciambelline.

Le lessiamo in acqua bollente:

aspettiamo circa 5 minuti da quando l’acqua

 riprende il bollore prima di scolarle.

Possiamo lessarne un po’ alla volta  per evitare

che la temperatura dell’acqua scenda troppo

e impieghi tempo prima di ribollire.

 Mentre svolgiamo questa operazione le prime ciambelline

che avremo tolto dall’acqua le metteremo in una ciotola,

tranquillamente le une sulle altre,

coperte da un panno per evitare

che si formi la crosticina.
Quando avremo finito di lessare disporremo le ciambelline

in un solo strato su una placca da forno e

le cuoceremo per 35 minuti a 180° ventilato.

 Devono avere un colorito dorato.
Prepariamo il giulebbe.

Facciamo bollire l’acqua con lo zucchero:

lo sciroppo deve ridursi di almeno la metà,

è pronto quando fila ed ha assunto un colore dorato,

ma non è ancora caramello.
A questo punto possiamo procedere con l’ultimo passaggio:

mettiamo sul fuoco una teglia

(tipo quelle da forno in alluminio che

possono andare anche sulla fiamma)

a fuoco moderato, vi disponiamo parte delle ciambelline,

diciamo un terzo, con un paio di mestoli di sciroppo

di acqua e zucchero e un terzo della buccia del limone.

 Le rimestiamo (non preoccupatevi, non si rimpono!)

con due cucchiai di legno fino a che il giulebbe

e il limone avranno aderito alle ciambelline.
Procediamo allo stesso modo fino ad esaurimento.

Le disponiamo man mano su una spianatoia

di legno per farle raffreddare.

 

uova, farina, limone, zucchero, dolci, cucina

Concordo con Emanuela

sono facilissime da fare.

Ho aggiunto un poco di acqua

perché avendo in casa uova

di dimensioni grandi

metterne tre sarebbero stati troppi.

Sono talmente buone che sono andare

a ruba, anche se sarebbe

meglio mangiarle il giorno dopo.

Riposando guadagnano nei sapori;

quelle poche avanzate

il giorno dopo erano migliori

si sentiva meglio il profumo del limone.

 

Ed ora al prossimo appuntamento

il 6 settembre

che sarà nella cucina di Vittoria

del blog “Semplice Semplice

con la Focaccia della sciùra Maria

 

uova, farina, limone, zucchero, dolci, cucina

CONIGLIO ALLE VERDURE CON CHIODI DI GAROFANO, BACCHE DI GINEPRO E BUCCIA DI LIMONE

Il coniglio in casa mia

è il piatto della domenica

 per eccellenza.

Non c’è famiglia bergamasca

che non lo cucina nella tipica

ricetta bergamasca che trovate qui.

Ero però stanca della solita ricetta

che seppur buonissima

a lungo andare stanca tutti i palati.

Mi sono perciò inventata

questa ricetta che  non è

che una variante del coniglio

alla cacciatora, che ho sempre

trovato difficile da digerire.

Per renderla più digeribile

ho pensato di mettere la buccia

del limone e devo affermare di aver

fatto bene.

Non dimentichiamoci che il coniglio

Con la sua polpa bianca e tenera

è un ottima alternativa alla carne rossa e

si presta a secondi succulenti e gustosi.

DSC01018 copia.jpg
Ingredienti:
1 coniglio a pezzi

2 carote

2 cipolle

2 coste di sedano

1 mazzetto di prezzemolo

la parte gialla della buccia di 1 limone

2 dl di vino bianco

2 chiodi di garofano

5 bacche di ginepro

4 foglie di alloro

olio evo

sale e pepe q.b.

Procedimento:

Pulire il prezzemolo e tritarlo con la buccia del limone.

Pulire le verdure e tagliare a pezzettini

le cipolle carote e sedano.

Scaldare l’olio nella pentola e rosolare il coniglio

con le foglie di alloro.

Quando il coniglio e ben rosolato e ha preso un

colore dorato sfumarlo con il vino.

Far evaporare il vino, aggiungere i chiodi di

Garofano, le bacche di ginepro pestare

e le verdure a pezzetti, salare e pepare.

Portare a cottura aggiungendo se necessario

del brodo caldo, io ho impiegato circa

1 ora e mezza, poco prima di finire la cottura

aggiungere il prezzemolo

con la buccia del limone.

DSC01023 copia.jpg
Naturalmente l’ ho servito con polenta  
Ne è uscito un piatto gradevole ricco di aromi
e fresco grazie al limone che lo ha reso anche
più digeribile 
felice weekend a tutti!

TORTA AL LIMONCELLO

Buona domencia a tutti!

Finalmente oggi posso concedermi

un po’ di tempo da dedicare

al blog. Questa settimana

è stata a dir poco pazzesca piena di impegni

e di ritmi veloci che a dirla tutta io non amo proprio.

Il lavoro ha chiesto più tempo de previsto

con tempi serrati, il telefono squillava all’impazzata

senza concedere un attimo di tregua

e come non bastasse mi ero totalmente dimenticata

che dovevo accompagnare mio padre a dei controlli medici.

I controlli medici per fortuna sono andati bene

Non necessita più della visita semestrale o annuale

dall’oncologo e questo mi rende felicissima

dopo 4 anni di tensioni e paure.

Da questa introduzione avrete capito che

non ho cucinato per niente; i pranzi e le cene

sono state preparate amorevolmente dalla

mamma, ma avevo nell’archivio questa ricetta

semplice e buonissima

che ho preparato alcuni gironi fa,

non volevo pubblicarla perché

la foto è bruttina

ma se non vi lasciate condizionare dalla

foto provatela e una torta sofficissima.

airon 2010 003 copia.jpg

Ingredienti:

180 gr di burro

180 gr di zucchero

5 uova

340 gr di farina

1 limone: buccia e succo

1 bustina di lievito

2 pizzichi di sale

2 cucchiai di limoncello

Procedimento:

in una ciotola montate a crema il burro

con lo zucchero e la scorza grattugiata del limone.

Unite un uovo alla volta, la farina setacciata con il

lievito, il sale, il succo del limone e i cucchiai di limoncello.

Versate il composto in uno stampo imburrato e infarinato,

livellate la superficie e infornate in forno caldo a 180°

per 45 minuti, fa sempre fede la prova stecchino.

Se vi và quando è fredda spolverate

con del zucchero a velo.

 

E soffice e buonissima l’interno si scioglie in bocca!